top of page

Torri del Benaco gli utenti diventano diligenti e rispettosi?... Autovelox da 200 a 20 multe giorno.

Il quotodiano L'ARENA ci racconta come dopo il nostro intervento dello scorso gennaio, l'autovelox illegale ancora attivo nel centro abitato di PAI abbia diminuito notevolmente le sanzioni erogate. Ma ci sono ben altre novità che meritano approfondimento.

Ritorniamo sulla vertenza ancora aperta dell'autovelox killer installato dal Sindaco Stefano Nicotra in Località PAI nel territorio comunale di Torri del Benaco (VR). Avevamo deciso di lasciare passare qualche periodo in silenzio, guardando dalla finestra gli eventi che a breve ci porteranno il prossimo mese di maggio, nelle aule del Tribunale e negli Uffici dei Giudici di Pace di Verona, per le prime udienze dei 200 ricorsi depositati e per i due esposti inviati alla attenzione del Procuratore Capo di Verona e Corte dei Conti del Veneto.


Leggiamo con piacere dal quotidiano L'ARENA un articolo a firma di Gerardo Musuraca, che testimonia come l'autovelox da oltre 34.000 multe in 174 giorni, notificate tra metà agosto 2022 al 31 gennaio 2023, ha diminuito drasticamente le sanzioni elevate passando ad appena 20 multe quotidiane.


Questo lo giustifichiamo in due modi, il primo, che il Sindaco e il Prefetto si siano resi conto della gravità dei fatti da noi denunciati con due esposti alla Procura della Repubblica di Verona, oppure il secondo, dove gli automobilisti sono diventati di colpo bravi conducenti, rispettosi dei limiti della velocità. Permetteteci di pensare sia più seria e credibile la prima ipotesi.

Dopo il nostro intervento, il Sindaco si è affrettato senza gare ne particolari procedimenti amministrativi ad anticipare per Veneto Strade Spa (gestore della strada), i fondi per l'ampliamento e miglioria della segnaletica fissa di preavviso e di alcuni inconsistenti miglioramenti della sede stradale, che comunque rimane essere una strada priva dei requisiti minimi previsti dal codice della strada per l'installazione e l'utilizzo di un simile autovelox.


GLI ESPOSTI ALLA PROCURA

Ad oggi infatti, ne il Prefetto di Verona ne il Sindaco Stefano Nicotra hanno fatto marcia indietro, neppure l'Ente Gestore della Strada ha ritenuto in autotutela di ritornare sui propri passi ritirando l'assenso firmato sull'utilizzo dell'autovelox. Le ipotesi di reato che abbiamo quindi segnalato alla Procura della Repubblica di Verona, rimangono sempre in corso, anzi, riteniamo che proprio i lavori di ripristino della segnaletica e della strada, confermino ancora di più come l'autovelox killer sia servito solo ALLA CASSA DEL COMUNE DI TORRI DEL BENACO sanzionando illegittmamente gli automobilisti con l'avallo e il silenzio delle Istituzioni preposte al controllo e vigilanza. Confidiamo che le nostre ipotesi siano presto prese in considerazione dalla Procura della Repubblica di Verona con delle azioni concrete e tangibili anche con l'eventuale archiviazione, che ci farebbe procedere con la segnalazione agli organi superiori.


L'INTERROGAZIONE PARLAMENTARE

Non scordiamo poi che sulla questione pende anche una interrogazione parlamentare presentata dall'On. Alessia Ambrosi di Fratelli d'Italia, azione politica che auspichiamo faccia il suo corso in fretta visti i tempi trascorsi, anche perche a breve, proprio il Prefetto di Verona si dovrà esporre con la risposta ufficiale proprio sul ricorso depositato dalla stessa Parlamentare di Fratelli d'Italia, fotografata anche lei come aveva annunciato, dall'autovelox killer. Noi siamo curiosi della decisione prefettizia perche in un senso (positivo) o nell'altro (negativo) servirà a fare più chiarezza sulla questione e sulla sua posizione.


GLI APPALTI

Tra gli esposti depositati, vi sono anche quelli inviati alla Corte dei Conti e Autorità Anti Corruzione ANAC in riferimento ai numerosi affidamenti diretti che il Sindaco Stafano Nicotra, ha firmato di suo pugno a favore della ditta Traffic Tehcnology Srl, Società che ha fornito l'autovelox e la sua installazione, per oltre 179.000 euro.


Oggi spunta un altro e recentissimo affidamento diretto, con determina N.208 del 14.03.2023, il Sindaco Stafno Nicotra, sempre a favore della medesima ditta, per un impegno economico di oltre 45.000 euro per l'installazione di un rilevatore supplementare.

Avete capito bene...

Il Sindaco Stefano Nicotra, si è finalmente accorto (noi da subito) che il rilevatore da egli installato non sanzionava i veicoli privi di targa anteriore in direzione Torri del Benaco - Brenzone sul Garda e scrive testualmente:

1) "...Si ravvisa la necessità di dar corso alle direttive della Giunta Comunale, e procedere all’acquisto e posa di un ulteriore sistema per la rilevazione delle infrazioni al superamento dei limiti di velocità, direzione Torri del Benaco verso Brenzone S.R. 249 km 67+975, per rilevare tutti i veicoli provvisti solo di targa posteriore (ad es. motoveicoli)". -

2) "...Considerato che, a seguito dell’ottenimento del decreto prefettizio, è stato attivato in modalità automatica il dispositivo Traffic Control System (approvazione n. 378 del 09/09/2021 rilasciata dal MIMS) installato nel centro abitato della frazione Pai S.R. 249 km 67+975. Il dispositivo attualmente installato rileva tutti i veicoli che transitano nella direzione da Brenzone verso Torri del Benaco e dei veicoli provvisti di targa anteriore nella direzione da Torri del Benaco verso Brenzone". -

3) "...Valutato che inoltre che l’eventuale scelta di un altro dispositivo fornito da un diverso operatore economico comporterebbe un aggravio di tempo, organizzativo e di costi per l’Ente, in quanto si renderebbe necessario: l’utilizzo di un altro software gestionale per la validazione delle rilevazioni delle infrazioni, che prevedrebbe da parte del già esiguo personale dell’ufficio di polizia locale di dover imparare un nuovo software e il funzionamento di un nuovo dispositivo; l’acquisto di un nuovo modulo di interfacciamento verso il software Concilia di Maggioli per la verbalizzazione, la modifica della modulistica che implica nuovi costi e investimento di tempo".


Per quello sopra scritto, a metà marzo il sindaco firma un ulteriore affidamento diretto per come testualmente scritto: "FORNITURA E POSA DI UN SISTEMA DI RILEVAZIONE DELLE INFRAZIONI AL SUPERAMENTO DEI LIMITI DI VELOCITÀ AGGIUNTIVO PER SENSO DI MARCIA TORRI DEL BENACO-BRENZONE SUL GARDA. AFFIDAMENTO DIRETTO CON PROCEDURA SEMPLIFICATA AI SENSI DELL’ART. 36, COMMA 2, LETT. A) DEL D.LGS. 50/2016 E SS.MM.II. MEDIANTE ODA SU MEPA. DITTA TRAFFIC TECNOLOGY S.R.L. DI MAROSTICA (VI)."


Con questo ultimo affidamento, il Sindaco Stefano Nicotra ha firmato ben otto appalti diretti a favore della Ditta Traffic Technology Srl, superando oltre 224.000 euro. Ovviamente tutto ciò merita una segnalazione urgente ad integrazione delle precedenti, alla Procura della Repubblica di Verona, Corte dei Conti e Ente Anti Corruzione.





bottom of page