top of page

Feltre (BL): Controlli delle velocità al buio sotto il cavalcavia e senza alcun segnale luminoso.

Accade a Feltre (BL) Comune Bellunese già condannato nel 2021 dalla Corte di Cassazione per non avere adeguatamente segnalato il controllo delle velocità mezzo "scout speed" installato a bordo di una Fiat Bravo in dotazione ai Vigili Urbani.


feltre
S.S.50 BIS VAR - Comune di Feltre (BL)

Il video che prova l'ennesima imboscata che sicuramente non serve alla prevenzione degli incidenti ed alla sicurezza stradale in generale, ma anzi che ha messo in serio pericolo tutti gli automobilisti che transitavano, arriva da Feltre dove un utente ha registrato tutto con la video camera installata a bordo della sua auto.


La prova video ci mostra come una pattuglia della Polizia Locale di Feltre staziona senza alcun segnale luninoso di preavviso, al buio proprio sotto il cavalcavia della strada statale 50 Bis Var al Km.16+00. La pattuglia stava effettuando un controllo elettronico delle velocità avendo posizionato nella corsia opposta ma troppo vicino al punto di rilevamento, un piccolo cartello mobile (vedi foto). Con il cartello cosi vicino all'autovelox, l'utente di turno una volta resosi conto del segnale di preavviso mobile, sarebbe comunque stato multato nel caso avesse superato il limite, poichè il laser del rilevatore montato su cavalletto davanti al mezzo dei Vigili Urbani, come si vede dal video, registra tutto da molto prima del cartello stesso, violando cosi proprio la norma che gia li aveva condannati. Ma sembra non sia servito a nulla.

L'articolo 142 comma 6 bis del Codice della Strada, impone che le postazioni di controllo per il rilevamento elettronico della velocità siano: PREVENTIVAMENTE SEGNALATE e BEN VISIIBILI. Inoltre il codice della strada specifica che il rispetto delle esigenze di informazione dell’utenza, allo scopo di fornire la massima trasparenza all’attività di prevenzione realizzata con l’impiego di apparecchiature di controllo della velocità, DEVE ESSERE GARANTITO (SOPRATUTTO IN ORE NUTTURNE EVIDENTEMENTE) MEDIANTE L'USO DI SEGNALI O DI DISPOSITIVI DI SEGNALAZIONE LUMINOSA.


A Feltre tengono cosi tanto al rispetto delle esigenze di informazione dell'utenza stradale fornendo la loro massima trasparenza del loro operato, fermando l'auto di servizio con il rilevatore al suo interno, spegnendo qualsiasi luce e mettendo nella corsia opposta un piccolo segnale inutile e altrettanto pericoloso che potrebbe innescare frenate improvvise. Sulla distanza del cartello la legge non impone un limite massimo o minimo, ma dice che "La distanza tra il segnale di preavviso e la postazione di controllo a cui si riferisce deve essere adeguata in modo da garantirne il tempestivo avvistamento, in relazione alla velocità locale predominante".


Inoltre in riferimento alla visibilità della pattuglia, il codice dice che: "Le postazioni di controllo mobili possono essere rese ben individuabili ricorrendo, ove possibile, all’impiego di autoveicoli di servizio con colori istituzionali. In alternativa, quando sia utilizzato un veicolo di serie nella disponibilità della Pubblica Amministrazione, la visibilità della postazione può essere garantita con la collocazione sul veicolo o in corrispondenza di esso di un segnale conforme a quello previsto per le postazioni fisse, ovvero facendo uso di un dispositivo supplementare a luce lampeggiante blu di tipo mobile".


La legge impone al cittadino in caso di sosta a bordo strada di attivare le frecce di emergenza e in caso di fuoriuscita dal mezzo anche di indossare un gillet con catarifrangenti omologato. L'articolo 176 comma 5 del Codice della Strada infatti, recita: "Sulle carreggiate, sulle rampe e sugli svincoli e' vietato sostare o solo fermarsi, fuorche' in situazioni d'emergenza dovute a malessere degli occupanti del veicolo o ad inefficienza del veicolo medesimo; in tali casi, il veicolo deve essere portato nel piu' breve tempo possibile sulla corsia per la sosta di emergenza o, mancando questa, sulla prima piazzola nel senso di marcia, evitando comunque qualsiasi ingombro delle corsie di scorrimento".


sindaco
Viviana Fusaro e Luca Zaia

Per questo possiamo dire che quella pattuglia ha messo in serio pericolo e senza alcun giustificato motivo gli automobilisti in transito, la prevenzione non si ottiene in questo modo, cosi si ottengono solo più proventi insomma si fa solo cassa. Una vergogna istituzionale che persisteremo a combattere in tutti i modi leciti anche con gli esposti alle varie Procure che stiamo presentanto e come faremo anche per questo caso chiamando in causa il Sindaco di Feltre - Viviana FUSARO e il suo Comandante della Polizia Locale.


Pensando alle dichiarazioni del Ministro Salvini che da mesi dichiara ovunque di volere fermare i comuni che utilizzano gli autovelox per fare cassa, ci chiediamo se le promesse saranno mantenute e come... visti questi episodi.


VIDEO INTEGRALE


RISPETTATE I LIMITI DELLA VELOCITA' E PRESTATE SEMPRE MASSIMA ATTENZIONE ALLA GUIDA, MA SOPRATUTTO CONTINUATE A SEGNALARE QUESTI EPISODI.


Cassazione-civile-ordinanza-29595-2021.CARTELLONISTICA
.pdf
Download PDF • 376KB











bottom of page